ESCURSIONI ESTIVE

“In ogni passeggiata nella natura l’uomo riceve molto di più di ciò che cerca.”

John Muir

lascia la macchina in rifugio e.....parti!

RIFUGIO-MARTINI-SERRE-RIFUGIO

durata anello: circa 3 ore

PERCORSO: percorrere per poche centinaia di metri la strada provinciale per Elva e intraprendere la strada sterrata pianeggiante che si stacca verso destra. Continuare su detta strada fino a raggiungere l’assolata borgata Martini (1.726 mslm) e scendere nel Capoluogo di Elva B.ta Serre (1.637 mslm) ove si trovano la Chiesa Parrocchiale Santa Maria Assunta, il Museo di Pels, La Butego e la Locanda di San Pancrazio. Da qui proseguire ed oltrepassare le Borgate Mattalia (1.661 mslm) e Isaia (1.703 mslm) fino a raggiungere il Colle di San Giovanni (1.872 mslm). Da qui in 10 minuti si torna al rifugio. Trattasi di estrapolazione del sentiero “A spass per Lou Viol” che collega tutte le borgate di Elva e di cui si rimanda alla bella descrizione del link.

monte bettone 1.901 m

durata A/R circa 2 ore

PERCORSO: Seguendo la staccionata che parte dal rifugio si scende al Colle di San Giovanni dove
sorge l’antica Cappella e si prosegue a sinistra oltre la fontana in direzione sud fino a raggiungere il Colle Bettone (1.831 m). Svoltare a destra e risalire sul crinale fino a raggiungere la vetta del Monte Bettone (1.901 m). 

fremo cuncuna'

 

durata A/R: circa mezz’ora

PERCORSO: la famosa “roccia sospesa” si trova ad una decina di minuti di cammino dal rifugio. Dapprima ci si immerge nel bellissimo lariceto che perdendo quota giunge al Colle di San Giovanni da cui transitano la Grande Traversata delle Alpi, i Percorsi Occitani ed il Sentiero Italia, per poi proseguire fino allo strapiombo sovrastante l’amato Vallone dell’Orrido di Elva: proprio qui giace la pietra.

 

raggiungi il Colle di Sampeyre in macchina e....parti!

triade cime serre 2.385 m - cialmassa 2.393 m - morfreid 2.496 m

PARTENZA: Colle di Sampeyre 2.284 m

Seguire la strada dei Cannoni in direzione Colle della Bicocca, dopo un centinaio di metri risalire in cresta sullo spartiacque Valli Maira-Varaita fino a sovrastare la piccola Roccia Frace (2.330 m). Da qui si vede bene il percorso che, sempre in cresta, tocca dapprima la Cima delle Serre (2.385 m), poi il Monte Cialmassa (2.393 m) ed infine il Monte Morfreid (2.496 m). Logicamente tra i monti sarà necessario perdere e riguadagnare quota. Il ritorno può essere compiuto per la via dell’andata oppure raggiungere il Colle Bicocca e tornare al Colle di Sampeyre tramite la Strada dei Cannoni.

Cugn di Goria 2.385 m e Monte Nebin 2.516 m

PARTENZA: Colle di Sampeyre 2.284 m

PERCORSO:  Dal colle si intraprende il sentiero che, verso est, si alza in direzione dei tralicci sulla cresta dello spartiacque delle Valli Maira-Varaita arrivando, in un primo momento, in punta alla modesta elevazione del Cugn di Goria 2.384 m. Da qui è necessario perdere quota per raggiungere la “strada dei cannoni” (che si può percorrere poi al ritorno), dalla quale si stacca sulla sinistra il ripido sentiero di salita che percorre fedelmente il filo di cresta guadagnando così i rimanenti 200 m. Si raggiunge dapprima la cima Nord 2.510 m e successivamente la cima Sud 2.516 m. Il ritorno è uguale all’andata.

raggiungi il Colle della Bicocca in macchina e....parti!

CONTATTI

Colle San Giovanni

Elva, 12020 CN Italia

+39 346 78 24 680

info@lasousto.it

COPYRIGHT

Copyright 2021

Tarassaco S.n.c.

P.IVA 03827760046